fig-5

ILLUSIONI OTTICHE

A causa della disposizione delle immagini dell’effetto di colori o di altre variabili, si possono verificare effetti ottici ingannevoli. Questo è dovuto al fatto che noi non vediamo solamente con i nostri occhi. Il nostro cervello elabora infatti le informazioni che gli arrivano attraverso la vista. Le illusioni ottiche sono un fenomeno divertente e interessante e ci dicono molto sul funzionamento dei nostri occhi e il nostro cervello.

 

MOVIMENTO

Questa illusione ottica è un immagine statica che sembra però in movimento a causa degli effetti cognitivi dei contrasti di colore e della disposizione delle forme che interagiscono fra di loro.

 Ilusion Optica 03

CONTRASTO

In queste illusioni l’effetto ingannevole del contrasto diventa evidente. Il nostro cervello percepisce  punti grigi a livello delle intersezioni tra le linee bianche e nere. Questo si verifica perché in certi casi la nostra retina rinforza i colori che stiamo ricevendo.

Cattura2

RICONOSCIMENTO

Talvolta bastano dei piccoli dettagli per dirci che tipo di oggetto stiamo osservando. In questa illusione si vede un triangolo, anche se in realtà non c’è. L’effetto è causato dal riconoscimento dei contorni. Se un dettaglio cambia, l’effetto scompare, come dimostrato nella seconda illustrazione.

Cattura3

COLORE

Forse avrai notato che se fissi una luce intensa e poi distogli lo sguardo per qualche secondo vedi delle macchie scure. Ciò avviene perché le cellule del colore della retina si saturano e ci fanno vedere i colori invertiti quando l’oggetto scompare .

Prova! Fissa questa immagine per circa trenta secondi quindi guarda la parte bianca del foglio oppure la parete. Ti apparirà un famoso attore del XX secolo.

Cattura4

GEOMETRIA

Il nostro cervello ha la tendenza a sopravvalutare gli angoli acuti. È per questa ragione che le linee rette che attraversano questi angoli acuti sembrano cambiare direzione. Le due linee orizzontali in questa immagine sembrano curve, ma in realtà sono rette.

Cattura6

Le linee orizzontali nell’immagine a scacchi sembrano inclinate, ma sono in realtà parallele le une alle altre. Poiché la linea grigia tra un quadretto bianco e uno nero è più difficile da vedere, il cervello la interpreta come parte di uno dei quadretti che appaiono così con una forma a cuneo, creando l’illusione di linee inclinate.

linien_die_muensterberg_taeuschung_s12